<bgsound loop='infinite' src='https://soundcloud.com/sergio-balacco/misty'></bgsound>

pagine

Votami - Please rate my blog

classifica

2014/02/03

Italia dei finti poveri



La Guardia di Finanza ha scoperto nell’anno appena concluso 3.435 finti poveri ovvero persone che - pur non avendone diritto - hanno usufruito di sconti su asili nido, mense scolastiche e libri di testo, servizi socio-sanitari a domicilio, agevolazioni su luce, gas, trasporti.  
Sono stati 389 i falsi invalidi scoperti, assieme ad oltre 4 mila casi di truffe nel lavoro agricolo e  445 casi di frodi agli assegni sociali che hanno invece provocato danni allo Stato per più di 80 milioni. 

Questo il bilancio dell’attività della Guardia di Finanza a livello nazionale nel 2013, insieme – per fortuna - a molte altre iniziative. Mi chiedo però se, nel loro complesso, questi risultati non segnino anche un fallimento dello Stato nei confronti dei cittadini onesti: ci rendiamo conto che i “finti poveri” sarebbero allora solo 1 (uno!)  su circa 18.000 (diciottomila) cittadini? Temo che – purtroppo – essi siano molti di più, ma se andiamo avanti con questi ritmi a combattere l’evasione è ben difficile che salteranno fuori. 

Nel 2012 duecentosette falsi poveri sono stati individuati dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma lungo il litorale romano, da Civitavecchia fino a Nettuno: avevano chiesto prestazioni sociali e assistenziali in base ad autocertificazioni bugiarde, ma in realtà possedevano ville e auto di lusso. Ben 102 sono stati scovati a Roma nelle zone di Ostia, Casal Palocco e Infernetto. Gli accertamenti delle Fiamme Gialle del Nucleo Operativo di Ostia e dei Reparti dipendenti, diretti e coordinati dal II Gruppo, sono partiti dalla documentazione, acquisita dal XIII Municipio di Roma (Ostia) e dai vari Comuni costieri, relativa a soggetti che avevano richiesto, in anni recenti, prestazioni a carico dello Stato e degli enti locali (buoni scuola, borse di  studio, gratuito patrocinio legale e altro). 

Da un primo esame delle singole posizioni sono emersi casi anomali. Una volta approfonditi sono risultati irregolari, con una situazione patrimoniale ed economica reale diversa da quella emergente dalle autocertificazioni per la richiesta delle prestazioni. In base all’entità della prestazione indebitamente ottenuta, i responsabili sono stati denunciati per falsa autodichiarazione e indebita percezione di provvidenze pubbliche, oppure segnalati agli stessi enti locali per le anzioni amministrative. L’importo dei benefici sarà recuperato dagli stessi enti locali. 

Ben 102 sono i falsi poveri individuati a Roma nelle zone di Ostia e nelle zone limitrofe, alcuni dei quali proprietari di ville nelle zone di Casal Palocco e dell’Infernetto, nonché di autovetture di lusso. Avevano un tenore di vita inconciliabile con l’indicatore della situazione economica equivalente (Isee), determinato sulla base delle autodichiarazioni presentate.

Piuttosto, una volta di più, perché non si fanno controlli maggiori in quelle parti d’Italia dove l’evasione è più evidente?

Nessun commento:

Posta un commento

Nel blog non sono ammessi commenti anonimi, quindi per commentare è necessario utilizzare un profilo Blogger oppure OpenID. La piattaforma Blogger permette agli autori dei commenti di cancellare i propri messaggi ma non di modificare il contenuto. Come regola generale è obbligatoria l'educazione sia verso l'amministratore del blog che verso gli altri utenti.

I messaggi possono essere cancellati a insindacabile decisione del blogger, se offensivi, allusivi e/o non attinenti al topic. Nei casi più gravi il ban definitivo dal blog dell'autore del commento incriminato.

Non rispondo a chi mi invia una email senza apporre il proprio nome e cognome. Prendete nota. Buona lettura e grazie della visita.

Please note: comments containing links to other sites will not be published.
Attenzione: i commenti che contengono links a altri siti non verranno pubblicati.

Leave your comment.
Lascia un commento