<bgsound loop='infinite' src='https://soundcloud.com/sergio-balacco/misty'></bgsound>

pagine

Votami - Please rate my blog

classifica

2014/06/14

Alitalia: ali spezzate?


Quando uno è con l’acqua alla gola e sull’orlo del fallimento ha sempre poco da fare: accetta le proposte di strozzini e creditori e cerca di salvarsi come può.

E’ il caso di Alitalia che pare abbia scelto, come ultima spiaggia, gli arabi di Etihad con base a Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti che – ovviamente – per il loro parziale salvataggio si fanno pagare, e salato.
Quello che però mi resta sullo stomaco è come si sia arrivati a questo sfacelo. Centinaia di milioni (di euro) di deficit, ma una crisi conclamata che dura da sempre, con una azienda di fatto in mano pubblica dove tutti hanno pescato a man salva e dove sono man mano approdati manager pubblici che prima di tutto si sono riempiti le tasche non senza ringraziare i propri sponsor politici.

Il tutto con comandanti e personale strapagato rispetto alla concorrenza e con benefit assurdi per decenni. Furibondo “no” a tutti i partner man mano interessati a collaborare nel Nord Italia, Malpensa prima costruita e poi dimenticata a favore di Roma, quasi che i milanesi per un volo intercontinentale non preferiscano ora Parigi, Zurigo  o Francoforte visto che Milano è stata di fatto cancellata.
Adesso ci sono migliaia e migliaia di dipendenti in esubero (ancora?!) e c’è da chiedersi  quante decine di migliaia di dipendenti erano allora di troppo visto che i piani di ristrutturazione vanno avanti da anni. 
Certo sarebbe interessante vedere la residenza di tutti questi dipendenti visto che sono stati assunti in una azienda “di bandiera” ma di fatto da sempre romanocentrica che ha fatto errori clamorosi e ricorrenti alla faccia dell’intero paese sottraendosi poi sempre alle proprie responsabilità. 

Ma possibile che non ci sia un Magistrato che non colga anche le responsabilità personali  di management incapaci? 
Quando Berlusconi volle fortemente il salvataggio “italiano” della Compagnia perché si è insistito a scegliere Roma come hub peggiorando ulteriormente i conti? Queste sono le risposte che vorrei ascoltare dal Ministro Lupi che – da lombardo e persona seria – penso se le sia poste anche lui. Per quello che serve...

Alitalia, ali spezzate! 

Nessun commento:

Posta un commento

Nel blog non sono ammessi commenti anonimi, quindi per commentare è necessario utilizzare un profilo Blogger oppure OpenID. La piattaforma Blogger permette agli autori dei commenti di cancellare i propri messaggi ma non di modificare il contenuto. Come regola generale è obbligatoria l'educazione sia verso l'amministratore del blog che verso gli altri utenti.

I messaggi possono essere cancellati a insindacabile decisione del blogger, se offensivi, allusivi e/o non attinenti al topic. Nei casi più gravi il ban definitivo dal blog dell'autore del commento incriminato.

Non rispondo a chi mi invia una email senza apporre il proprio nome e cognome. Prendete nota. Buona lettura e grazie della visita.

Please note: comments containing links to other sites will not be published.
Attenzione: i commenti che contengono links a altri siti non verranno pubblicati.

Leave your comment.
Lascia un commento